Vai ai contenuti

Menu principale:

Un nuovo modo di celebrare il XVII Febbraio

Chiese evangeliche valdesi di Bordighera-Vallecrosia Sanremo Imperia
Pubblicato da in Cronaca ·
Quest’anno il XVII febbraio è stato l’occasione per aprirci al mondo esterno e a  persone che hanno accettato di condividere con noi questa ricorrenza. A partire dall’incontro con il sindaco di Imperia, alla conferenza pubblica nella chiesa di Bordighera, fino alla festa finale a Seborga.
 
Martedì 14 febbraio  è stata ricevuta dal Sindaco di Imperia, dott. Carlo Capacci, una delegazione della Chiesa Valdese di Imperia, composta dal pastore Jonathan Terino e da due componenti del Consiglio di Chiesa: Laura Volpi e Caterina Garibbo. L’incontro si è svolto in un clima di cordialità e condivisione. Il Sindaco ha voluto conoscere la nostra “storia” che il pastore gli ha esposto in sintesi, soffermandosi sul significato del 17 febbraio 1848, a noi tutti ben noto. L’incontro si è concluso con la promessa del Sindaco in risposta al nostro invito di partecipare ad un nostro Culto. Ci è sembrata una buona partenza, alla quale ci auguriamo seguano “buoni frutti”. Prima di congedarci, abbiamo anche chiesto della possibilità di poter utilizzare come spazio per il Culto un locale di culto non più utilizzato dalla Chiesa cattolica, ed è stata fatta la proposta di usare l’Oratorio di S. Caterina in Porto Maurizio. (Caterina Garibbo).

Venerdì 17 febbraio, nella chiesa di Bordighera, un’interessante conferenza sulla libertà di culto delle minoranze, presieduta dal pastore Terino, che ha fatto un excursus storico soffermandosi sul significato della fede evangelica, è stata proposta all’attenzione di numerosi partecipanti. Hanno contribuito la nostra predicatrice Elisa Bondente e Maria Teresa Anfossi, Presidente  dell’Associazione Italia Israele. È stato un incontro arricchente, ripreso anche dai quotidiani locali, in cui si sono confrontate  più voci, tutte convergenti sul tema più ampio della “libertà”.
 
Sabato 27 febbraio, a Seborga, a dispetto del maltempo diffuso, i valdesi delle nostre comunità ma anche numerosi simpatizzanti si sono riuniti per la tradizionale festa, in un clima molto  gioioso. Tra gli  ingredienti fondamentali la riflessione del pastore Terino , la “zuppa valdese” preparata da Guido e Ciro, e il canto del Giuro di Sibaud. E’ il terzo anno che si svolge questa festa a Seborga, e stiamo ancora aspettando di essere gratificati con una giornata di sole!


Torna ai contenuti | Torna al menu