Vai ai contenuti

Menu principale:

Ammissione di un nuovo membro nella Chiesa valdese di Imperia

Chiese evangeliche valdesi di Bordighera-Vallecrosia Sanremo Imperia
Pubblicato da in Cronaca ·
Domenica 28 giugno 2015, culto intenso e ricco di emozioni nella chiesa valdese di Imperia.
Tommaso Rossetti, per anni compagno di vita della nostra indimenticata ed indimenticabile Gemima Lami, ha fatto la sua professione di fede. Tommaso, dopo la prematura scomparsa di Gemima, ha preso a frequentare la  chiesa  in maniera costante, quasi a proseguirne la presenza in seno alla comunità. E se la sua libera scelta è stata a lui di conforto, procurandogli la serenità e la forza di vivere nel ricordo della sua compagna amatissima, anche a tutti noi membri di chiesa questa sorta di continuità ha offerto grande sostegno morale.
Domenica Tommaso era commosso e consapevole dell’impegno che stava assumendosi di vivere nella quotidianità la sua fede cristiana, con la medesima onestà intellettuale che aveva caratterizzato Gemima.
Ma il giorno 28 è stata anche la domenica del culto di commiato del nostro pastore Donato Mazzarella. A lui dobbiamo sei anni di studi biblici di grande spessore sia teologico che informativo. Gli dobbiamo culti animati anche dalle sue capacità organistiche e sermoni sempre molto ispirati, sentiti ed anche … ravvivati da quella sua napoletanità  così esplosiva, colorita ed efficace (anche chi scrive ha nelle vene un miscuglio di meridionalità e quindi fa queste affermazioni in assoluta sintonia).
Donato Mazzarella ha condiviso con noi momenti di gioia (svariate professioni di fede) e, purtroppo, ore tristi e dolorose per la comunità, seguendo fratelli e sorelle sia nel decorso di malattie gravissime che nel momento dell’estremo saluto a che ci ha, per ora, lasciato.
Auguriamo a Tommaso Rossetti di continuare a trarre conforto dalla sua scelta di vivere la fratellanza che il cristianesimo ci dona e al pastore Donato Mazzarella di trovare ulteriori, stimolanti motivi di ispirazione nella sua nuova comunità delle Valli.
A lui, grazie e buon lavoro!


Torna ai contenuti | Torna al menu