Vai ai contenuti

Menu principale:

Le Chiese valdesi del Ponente Ligure salutano il pastore Donato Mazzarella

Chiese evangeliche valdesi di Bordighera-Vallecrosia Sanremo Imperia
Pubblicato da in Cronaca ·
Sanremo, Bordighera e Imperia vedranno presto  partire il loro pastore, che si trasferirà nelle Valli, a Prarostino.
Donato Mazzarella era giunto nel Ponente Ligure sei anni fa insieme alla moglie Rita provenendo dalla chiesa di Bobbio Pellice.
Ricordiamo una bella giornata estiva nel giardino di Bordighera quando lo conoscemmo per la prima volta e gli demmo il benvenuto in un caloroso aperitivo sotto le palme.
In questi sei anni il pastore si è prodigato tra le comunità che all’inizio erano solo due, Sanremo e Bordighera; Imperia si sarebbe aggiunta in seguito.
In queste piccole comunità di frontiera, un po’ vecchie e fin troppo calme, la presenza di Donato Mazzarella è stata come un fulmine. La sua voce tonante, il parlare schietto, la facilità alla battuta hanno conquistato subito le comunità.

Certo, non sempre qualcuno era in sintonia con lui e, a volte, si poteva anche discutere e non trovarsi sulla stessa lunghezza d’onda, ma era sempre facile ritrovarsi.
Buon musicista, il pastore Mazzarella si divideva, durante i culti, tra il pulpito e l’armonium aiutando nel canto degli inni.
Il sito “Valdesi Ponente Ligure”
(www.valdesiponenteligure.it - NdR) è stato creato da lui per permettere una migliore informazione sulle sue tre comunità, e speriamo vivamente che prosegua anche nelle nostre mani un po’ impacciate nell’informatica.

Amante della buona tavola, Donato gradiva riunirsi davanti ad una pizza napoletana ma invitava anche volentieri a casa sua, con Rita ai fornelli.
Ma amava soprattutto diffondere la Parola, di cui era un profondo conoscitore ed entusiasta diffusore. Con la sua tipica verve partenopea diceva: ”Mi trovo nella Bibbia come un topo nel formaggio!”
Grazie al lui molti nuovi membri di chiesa hanno arricchito le nostre comunità, tutti conquistati dal suo modo semplice e chiaro di presentare l’Evangelo.
La sua grande fede gli consentiva un atteggiamento ottimista in cui la speranza per il futuro non veniva mai meno. Eppure non sono mancati i momenti tristi, sia nella sua famiglia che nelle comunità, colpite dalla dipartita di alcuni membri di chiesa operosi e a lui molto cari. Anche lì la sua presenza ha aiutato a risollevare gli animi e si è ripartiti con nuovo coraggio ed impegno.

Cosa dire di un pastore che termina il suo ministero in una comunità? Forse le cose più belle da ricordare sono l’amicizia, la collaborazione, la voglia di crescere insieme.
Certo Donato e Rita tornano volentieri tra le “loro” montagne a cui sono sempre rimasti molto attaccati, e noi auguriamo loro un nuovo inizio nella comunità di Prarostino, certi che saranno apprezzati e benvoluti. I valdesi del Ponente Ligure avranno così l’occasione di fare  una gita alle Valli, sempre rimandata, per andare a trovarli!


Torna ai contenuti | Torna al menu