Vai ai contenuti

Menu principale:

Imperia

Storia della nostra Chiesa

Negli anni 60 del secolo scorso c'era a Imperia e dintorni un piccolo gruppo di credenti valdesi che si recavano a Sanremo per il culto e le altre attività  della chiesa.
Negli anni 80, con l'arrivo di nuovi fratelli e alcune conversioni, si verificò una notevole presenza di bambini pronti per la scuola domenicale. Sorsero allora delle difficoltà per condurli a Sanremo.Va detto che il pastore di Sanremo veniva ormai  regolarmente a Imperia per incontrare i bambini a turno nelle varie abitazioni dei fratelli. Allora dietro suo suggerimento fu affittato un alloggio per le riunioni e le altre attività, compreso il culto della domenica.
Quando il fratello valdese Ugo Tomassone si trasferì a Imperia negli anni 80 con la sua famiglia la comunità ebbe grande impulso e il gruppo venne riconosciuto dal V Circuito della Liguria come "chiesa in formazione". Da allora la chiesa valdese  di Imperia si è ben strutturata, grazie alla conduzione di pastori o predicatori che hanno lavorato trasmettendo la parola del Signore e infondendo coraggio, forza e intraprendenza.   Non avendo mai avuto un pastore residente la comunità ha imparato  a collaborare attivamente nella conduzione di culti e nell’organizzazione di iniziative aperte alla città. Attualmente la sede della comunità  si trova nella zona "storica" di Imperia Porto Maurizio, in via Carducci n.30. La Tavola valdese  dal 1 luglio 2007 affida  al pastore Giovanni Grimaldi la cura delle chiese di Imperia, Alassio e Albenga (ferma restando la sua assegnazione al V Circuito per la Chiesa metodista di Savona).  
Da allora, un importante e proficuo lavoro all’interno della comunità e verso la città, ha permesso l’avvio di più iniziative pubbliche e incontri comunitari.

La chiesa, soprattutto d’estate, è spesso frequentata da turisti di passaggio, da stranieri evangelici e non, e da fratelli di altre chiese che trovandosi in vacanza sono felici di frequentare la comunità.
Il culto avviene ogni domenica alle ore 11; ogni 15 giorni si svolgono studi biblici pomeridiani, la scuola domenicale per bambini e il catechismo serale per adulti.
Mensilmente vengono programmati incontri, con visione di film, su argomenti di grande interesse e attualità con la presenza di un "ospite" evangelico o esterno alla comunità.
Quasi ogni anno vengono organizzate pubbliche conferenze, a volte in collaborazione con altre Associazioni, con la partecipazione di "esperti".
Diversi incontri  sono stati inseriti in un  quadro di presentazione alla città del pensiero delle chiese della Riforma, altri hanno avuto come obiettivo quello di promuovere la riflessione, il confronto, l’approfondimento di tematiche di attualità  ed importanza sociale, come quelli sul testamento biologico, l’immigrazione, la pena di morte o la laicità dello Stato.
Mensilmente la comunità si ferma dopo il culto domenicale per un'agape (pranzo) fraterna aperta a tutti.
Una circolare, La Rotta, a cura del pastore e della presidente del Consiglio di chiesa, informa mensilmente sull'attività programmata dal Consiglio e su avvenimenti che accadono nel mondo protestante italiano o nella nostra società.
Da settembre 2011 un cambiamento del "piano di  lavoro" si presenta alle porte della comunità: la Tavola Valdese, guardando ad alcune difficoltà che si sono presentate durante il 2011, informa che il pastore Grimaldi si occuperà della Chiesa  valdese di Imperia e della sua diaspora insieme con il past. Donato Mazzarella.
E la storia continua con l’aiuto del Signore che guarda e sa di cosa abbiamo bisogno.

(Testo di Gemima Lami)


Torna ai contenuti | Torna al menu